8 Febbraio 2019 | Posted in:News

PRIMA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA – AGGIORNAMENTI

 

VENERDÍ 15 FEBBRAIO

 UN SACCHETTO DI BIGLIE di Christian Duguay (Francia 2017) durata 110’

Parigi. Joseph e Maurice Joffo sono due fratelli ebrei che, bambini, vivono nella Francia occupata dai nazisti. Un giorno il padre dice loro che debbono iniziare un lungo viaggio attraverso la Francia per sfuggire alla cattura. Non dovranno mai ammettere, per nessun motivo, di essere ebrei… Tratto dall’autobiografia di Joseph Joffo, pubblicata nel 1973, “Un sacchetto di biglie” è un film delicato e commovente che ci racconta il disperato tentativo di una famiglia ebrea di salvarsi dalla brutale barbarie che durante la Seconda guerra mondiale ha devastato l’Europa.

VENERDÍ 22 FEBBRAIO

 THE POST di Steven Spielberg con Meryl Streep, Tom Hanks (Usa 2018) durata 118’

1971: Katharine Graham, interpretata da una magnifica Meryl Streep, è la prima donna alla guida del The Washington Post in una società dove il potere è di norma maschile; Ben Bradlee è lo scostante e testardo direttore del suo giornale. Nonostante Kay e Ben siano molto diversi, l’indagine che intraprendono e il loro coraggio provocheranno la prima grande scossa nella storia dell’informazione con una fuga di notizie senza precedenti, svelando al mondo intero la massiccia copertura di segreti governativi riguardanti la Guerra in Vietnam durata per decenni. La lotta contro le istituzioni per garantire la libertà di informazione e di stampa è il cuore del film, dove la scelta morale, l’etica professionale e il rischio di perdere tutto si alternano in un potente thriller politico. I due metteranno a rischio la loro carriera e la loro stessa libertà nell’intento di portare pubblicamente alla luce ciò che quattro Presidenti hanno nascosto e insabbiato per anni. Un film intenso e necessario, tanto più in questi tempi di fake news e di sistematica manipolazione delle informazioni.

 

VENERDÍ 15 MARZO

 

COME UN GATTO IN TANGENZIALE di Riccardo Milani con Paola Cortellesi, Antonio Albanese (Italia, 2017) durata 98’

Giovanni, intellettuale impegnato e profeta dell’integrazione sociale vive nel centro storico di Roma. Monica, ex cassiera del supermercato, con l’integrazione ha a che fare tutti i giorni nella periferia dove vive. Non si sarebbero mai incontrati se i loro figli non avessero deciso di fidanzarsi. Monica e Giovanni, entrambi vittime di spietati pregiudizi sulla classe sociale dell’altro, sono le persone più diverse sulla faccia della terra, ma hanno un obiettivo in comune: la storia tra i loro figli deve finire. Per portare a termine il comune proposito, i due cominciano, loro malgrado, a frequentarsi e a entrare l’uno nel mondo dell’altro. Grande successo della scorsa stagione cinematografica, “Come un gatto in tangenziale” è una commedia garbata e divertente, che ci invita a liberarci dei pregiudizi che spesso ci impediscono di andare davvero incontro all’altro.